Coronavirus, al via il sito del MIUR per la scuola a distanza

Parecchie scuole italiane hanno già dato il via la scorsa settimana a lezioni a distanza, come risposta alla chiusura imposta dalla diffusione del Coronavirus, ma non tutti gli istituti hanno già gli strumenti necessari per collegare docenti e studenti fuori dalle aule. Il ministero dell’Istruzione ha così attivato una pagina web dedicata alla didattica a distanza per tutte le scuole che vogliono sperimentare questa modalità di insegnamento. «Un lavoro in progress», spiega la ministra Lucia Azzolina, «attraverso il quale le scuole interessate possono accedere a strumenti di cooperazione e scambio di buone pratiche, gemellaggi con istituti scolastici che hanno esperienze avanzate di didattica digitale, webinar di formazione, contenuti multimediali per lo studio, piattaforme certificate per la didattica a distanza. Le istituzioni scolastiche possono usufruire di questi strumenti in modo del tutto gratuito e su base volontaria.»

Oltre un centinaio di scuole che aderiscono ad “Avanguardie Educative”, il movimento per l’innovazione didattica (di cui abbiamo parlato a proposito dei libri digitali autoprodotti in classe), fanno da tutor per attivare i gemellaggi con gli istituti che vogliono fare didattica online e sono già in programma 20 ore di webinar per i docenti per imparare a creare videolezioni e contenuti digitali e a usare le piattaforme web.

Sulla pagina attivata dal ministero ci sono gli approfondimenti sulle due principali piattaforme, entrambe gratuite, per la didattica a distanza:

  • Google Suite for Education, che comprende, oltre ai noti Gmail, Drive e programmi per creare documenti, anche Classroom, che permette di creare classi virtuali, assegnare compiti e svolgere verifiche, e Hangouts, per comunicare in videoconferenza, anche in gruppo.
  • Office 365 Education A1, di Microsoft, anch’essa con email, videoconferenze, classi virtuali

Per entrambe le piattaforme vengono date le informazioni per l’accesso e l’utilizzo.

C’è poi una raccolta di materiali multimediali, che comprende quelli prodotti dalla Rai (Rai Cultura, Rai Scuola, Rai Play), Treccani Scuola (con registrazione per studenti e docenti) e la Fondazione Reggio Children, con risorse su gioco e apprendimento. Infine, due iniziative che possono fornire aiuto e spunti interessanti:

  • La mia scuola differente, un sito che raccoglie materiali, strumenti ed esperienze per la didattica online
  • #LaScuolaAiutaLaScuola, un progetto di gemellaggio tra le scuole per superare l’emergenza Coronavirus con lo scambio di contenuti e competenze per l’insegnamento a distanza.

 

Sei favorevole a queste iniziative? Nelle classi dei tuoi figli sono state adottati strumenti per la didattica a distanza? Condividi la tua esperienza nei commenti o nella nostra comunità Di Madre in Figlio.

 


'Coronavirus, al via il sito del MIUR per la scuola a distanza' has 1 comment

  1. 16 Marzo 2020 @ 16:42 Coronavirus, le misure per famiglie e lavoratori - Mamme in azione

    […] i genitori che hanno figli sotto i 12 anni, rimasti a casa per la chiusura delle scuole: si tratta di un’assenza di massimo 15 giorni, retribuiti al 50%, che possono essere usufruiti da […]

    Reply


E tu che ne pensi?

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.

Mamme in azione