Figli e alimentazione: una mamma su 2 sceglie i surgelati

Solo l’1% afferma di non usarli: gli alimenti surgelati piacciono alle mamme italiane, tanto che il 99% li cucina per i propri figli almeno una volta al mese e più della metà, il 51%, almeno due o tre volte alla settimana. Lo afferma una ricerca svolta da Doxa per Istituto Italiano Alimenti Surgelati (IIAS) e realizzata su un campione di più di 400 mamme con figli dai 3 ai 14 anni.

Perché le madri apprezzano così tanto i surgelati? Le risposte raccolte dall’indagine sono diverse:

  • è comodo averli sempre pronti in freezer
  • permettono di variare l’alimentazione anche con prodotti fuori stagione
  • sono “antispreco”, grazie ai prodotti porzionati e privi di scarti
  • sono sicuri
  • hanno le stesse qualità nutrizionali dei prodotti freschi.

Quest’ultimo punto è in realtà il più rilevante, se si pensa che per lungo tempo i surgelati sono stati considerati, a torto, qualitativamente inferiori agli alimenti freschi. Oggi, invece, 6 mamme su 10 li ritengono equivalenti e concordano anche i pediatri: “In una dieta, che per i bambini e ragazzi deve contenere soprattutto pesce, verdura e frutta, i prodotti surgelati rappresentano un’ottima alternativa, anche perché le mamme non sempre hanno la possibilità di acquistare prodotti freschi”, afferma Claudio Maffeis, docente di Pediatria all’Università di Verona. “Si tratta di prodotti sicuri, che conservano le caratteristiche nutrizionali originarie e contengono soprattutto nel pesce e nelle verdure nutrienti importanti per lo sviluppo come proteine nobili, acidi grassi omega-3, sali minerali e vitamine”.

Bisogna quindi sfatare una convinzione che è ancora radicata, secondo la ricerca, in una mamma su 10, e cioè che i surgelati contengano conservanti. In realtà, è vero il contrario: nella surgelazione l’unico conservante è il freddo, che permette di mantenere inalterate le proprietà organolettiche degli alimenti.

I prodotti surgelati acquistati più di frequente dalle mamme sono le patate, fritte o “ricettate”, seguite da pesce panato, crêpes e sofficini, verdure naturali e l’immancabile pizza. Se invece consideriamo la frequenza di consumo, cioè gli alimenti cucinati più spesso, salgono al primo posto le verdure, seguite dai primi piatti e dal pesce al naturale.

I surgelati sono dunque promossi a pieni voti dalle mamme italiane, che in realtà su questi prodotti hanno un solo vero timore: che sia rispettata la catena del freddo. Su questo punto l’Istituto Italiano Alimenti Surgelati ricorda che è interesse dei produttori, trasportatori e distributori garantire la catena del freddo ed è anche un obbligo di legge. Anche il consumatore, però, può verificare che il prodotto surgelato sia nelle condizioni ottimali: la confezione deve essere integra e non coperta di brina e, una volta aperta, il prodotto non deve né risultare ammassato né mostrare segni di scongelamento.

Usi i prodotti surgelati per l’alimentazione dei tuoi figli? Hai suggerimenti per le altre mamme? Scrivili nei commenti o condividili nella nostra comunità Mamme Attive.


'Figli e alimentazione: una mamma su 2 sceglie i surgelati' non ha commenti

Vuoi essere il primo a commentare questo post?

E tu che ne pensi?

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.

Mamme in azione