“Giochiamo insieme?”: consigli e idee per giocare con i figli

Le feste di Natale sono per antonomasia il tempo dedicato alla famiglia e soprattutto ai bambini: complici anche i regali scartati sotto l’albero, spesso i genitori riscoprono il piacere e il divertimento di giocare con i figli.

Il gioco in famiglia è un’attività importante per i bambini: come spiegano i pedagogisti, la domanda “giochiamo insieme?” è il modo in cui i piccoli chiedono di entrare in relazione con il mondo degli adulti, attraverso il linguaggio che conoscono meglio, ovvero il gioco.

La mamma o il papà che accettano – o propongono loro stessi – di giocare con i figli comunicano il desiderio e il piacere di stare con i bambini, mostrando l’interesse e il coinvolgimento per le loro attività ludiche e dando ai figli la possibilità di dimostrare le loro capacità e abilità. Tutto questo si traduce in un rafforzamento dell’autostima dei bambini e della relazione genitori-figli.

È fondamentale, però, che il gioco sia fatto “per davvero”, cioè con un serio impegno da parte dei genitori: giocare per i bambini non è un semplice passatempo, ma è la modalità con la quale imparano a conoscere il modo e apprendono concetti, informazioni e regole. I genitori devono quindi sapersi calare nel gioco come i loro figli, impegnandosi a rispettare norme e contenuti e magari lasciandosi guidare anche dai bambini, dai loro desideri e dalle loro attitudini.

Quali giochi si possono fare in famiglia? La scelta è infinita e molto dipende dai bambini: è giusto che siano loro a scegliere, perché il gioco non deve essere un’attività imposta. I genitori ovviamente possono proporre, ma devono comunque adeguarsi a ciò che i figli preferiscono.

Spesso, oltre ai giochi che già hanno a disposizione, può essere piacevole e interessante inventare nuovi modi di giocare, utilizzando oggetti che si hanno in casa o anche proponendo attività che possono trasformarsi in giochi insoliti: un esempio (ma sul web le risorse abbondano) è questa raccolta di 101 giochi da fare in casa con i bambini, dal percorso di minigolf in salotto al tavolo sensoriale con oggetti e materiali, dalla “ragnatela” da allestire in corridoio alla pittura con la schiuma da barba.

Un’altra proposta sono i giochi della gentilezza, per imparare a riconoscere e a esprimere la gentilezza e favorire il benessere e la crescita dei bambini (ma anche degli adulti). Sono pensati soprattutto per bambini e ragazzi dai 2 ai 14 anni e hanno l’obiettivo di “allenare” le “conoscenze gentili”, come collaborazione, gratitudine, creatività, generosità, volontà, meraviglia, empatia. Sulla Giocopedia della Gentilezza ci sono più di 180 giochi suddivisi per fasce di età ed è possibile inviare le proprie proposte per nuovi giochi.

Quali giochi fai in casa con i tuoi figli? Hai qualche suggerimento per le altre mamme? Scrivili nei commenti o nella nostra comunità Mamme&Mamme.

 


'“Giochiamo insieme?”: consigli e idee per giocare con i figli' has 1 comment

  1. 18 Marzo 2020 @ 07:44 Giochi, favole, esperimenti e ricette: idee per i bambini a casa - Mamme in azione

    […] le idee per giocare con i figli si stanno esaurendo e volete nuovi suggerimenti per questo tempo obbligato in casa, ecco alcuni […]

    Reply


E tu che ne pensi?

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.

Mamme in azione