Tra resilienza e impegno, le mamme alle prese con #iorestoacasa

Come si vive nelle case italiane l’emergenza Coronavirus? La risposta arriva da un sondaggio condotto dalla società di marketing FattoreMamma per fotografare la nuova quotidianità delle famiglie, segnata dalla necessità di rimanere in casa e dalla condivisione obbligata di spazi e attività. La ricerca è stata svolta nella settimana dal 18 al 22 marzo su 4618 mamme in tutta Italia.

Tra i sentimenti di questo periodo domina la preoccupazione, avvertita da 1 mamma su 2: la maggior parte (83%) teme di ammalarsi o che si ammalino persone care, ma molte sono preoccupate anche della tenuta del sistema sanitario; solo il 21% ha paura di perdere il reddito familiare. Il 50% delle intervistate, tuttavia, cerca di non pensare troppo alla situazione attuale e di vivere giorno per giorno, con un atteggiamento resiliente. Una su 5 dice di sentirsi “sospesa” e altrettante intervistate, invece, si dichiarano fiduciose nel futuro.

Il 67,5% delle mamme intervistate ha un lavoro e le situazioni sono molto diverse: il 22% ha preso un periodo di pausa (come congedo, ferie o permessi), mentre le altre sono operative e più del 42% lavora da casa, cosa che comporta quasi sempre una complessa gestione di attività professionale, figli e casa.

Uno dei principali impegni delle mamme in questo periodo è tenere occupati i bambini, costretti in casa ormai da settimane. Tra le attività principali ci sono i giochi da fare insieme, figli e genitori (68%), le attività creative come lavoretti e laboratori (49%), cucinare (32%), che piace sempre molto ai bambini. Ci sono poi i video educativi, come le visite virtuali ai musei, e in generale tutta l’offerta digitale, ma anche i classici film e cartoni animati. Non manca l’attività fisica: circa la metà delle mamme sceglie giochi di movimento con i figli e spesso anche tutorial online per fare ginnastica, dallo yoga alla baby dance.

Le mamme sono impegnate anche a seguire i figli nello studio: secondo il sondaggio (relativo soprattutto a famiglie con figli alla scuola primaria), l’83% dei bambini svolge i compiti che ricevono dai docenti, mentre meno della metà (43%) segue lezioni a distanza.

Che cosa desiderano di più le mamme, quando pensano al dopo-emergenza? Al primo posto c’è la voglia di rivedere parenti e amici, espressa da più di 8 donne su 10, seguita da una gita di famiglia (65%), per stare all’aria aperta. Quasi la metà (45%) vorrebbe tornare alla normalità di lavoro e scuola, ma anche a fare la spesa senza vincoli di località e orari. Infine, circa un quarto delle intervistate aspetta di poter andare di nuovo a cena fuori (27%) e di potersi dedicare alla cura di sé (25%), tornando finalmente a frequentare parrucchieri ed estetisti.

Ti ritrovi nei risultati di questo sondaggio? Come stai vivendo in questo periodo a casa con la tua famiglia? Condividi la tua esperienza nei commenti e nella nostra comunità Mamme & Mamme.


'Tra resilienza e impegno, le mamme alle prese con #iorestoacasa' non ha commenti

Vuoi essere il primo a commentare questo post?

E tu che ne pensi?

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.

Mamme in azione